ps68_zoe

Etnica

Officina Zoè

 12,00

COD: PS068 Categoria: Tag:

Grande ritorno di Officina Zoè!

Dopo l’ultimo lavoro che nel 2007 ha determinato l’uscita di un live,frutto di una tournèe e dell’entusiasmo conquistato con la “primavera italiana” in giappone, Officina Zoè oggi si presenta con un nuovo disco,partorito dopo 4 anni d’attesa.

“Maledetti guai”-questo il titolo con la quale l’Officina issa la sua nuova bandiera che rappresenta una nuova visione del tutto, una nuova protesta sociale, una storia di vite e popoli del mediterraneo che s’incontrano, e anche una realtà che oggi, come ieri, risulta ancora forte della propria tradizione.

“Maledetti guai”,un titolo tra l’ironia e la drammaticità , che invita a riflettere sui problemi dell’esistenza .
Proprio questo i musicisti di Officina Zoè vorrebbero esprimere: un movimento ciclico di energia che si rinnova perennemente, una forza che si auto-riproduce , la speranza in una vita migliore.

Mille storie che s’abbracciano nello stesso cerchio, nello stesso attimo, dall’ampia e piacevole durevolezza, dalle lunghe note di gioia alle lunghe pause di tristezza, dai dolci sospiri alle ire infuocate. il cuore nella vita di tutti i giorni, in cui ogni battito viene soggettivamente interpretato.

Sono i valori della vita, che per Officina Zoè, possono essere sussurrati e nello stesso tempo urlati al mondo.

In questo disco Officina Zoè ha lavorato alla riproposizione e al rinnovamento del repertorio della Pizzica, attraverso composizioni originali che rispettano lo spirito e a volte anche la lettera della tradizione, un album da poter considerare, a buon diritto, “portatore sano” di una cultura antica ma ancora viva e in costante trasformazione.

Il gruppo nella realizzazione del nuovo disco”Maledetti guai”, si avvale della già consolidata presenza di Rachela Andrioli (voce, tamburello), Giorgio Doveri ( violino, mandola), Danilo Andrioli (tamburello, tamborra, cupa cupa), Luigi Panico (chitarre e armonica)

Officina Zoè

Officina Zoè sin dall’inizio (primi anni novanta, quando Lamberto Probo, Donatello Pisanello e Cinzia Marzo la fondarono) è stata parte attiva e forse autentico lievito insieme a pochi altri di quel movimento salentino di riscoperta della più antica e travolgente forma di ritmo popolare che è la Pizzica-Pizzica.

Oggi ne rappresentano il lato più noto grazie al successo piovuto su di loro con la partecipazione, sia come attori che come autori delle musiche, ai film di Edoardo Winspeare “Sangue Vivo” e “Il Miracolo”
L’aspetto più interessante del loro lavoro è, oltre alla riproposizione, il rinnovamento del repertorio della Pizzica attraverso composizioni originali che rispettano lo spirito e a volte anche la lettera della tradizione.

L’Officina ZOE’ vanta oggi la partecipazione ai più importanti appuntamenti della Musica in Europa come l’edizione berlinese del Womex, Roma Villa Ada (per tre anni consecutivi), il Premio Tenco di Sanremo, l’edizione palermitana del Womad di Peter Gabriel (per citarne solo alcuni). Inoltre da ricordare la premiazione con la Grolla d’Oro al Festival di Saint Vincent come migliore colonna sonora nonché la nomination al Nastro d’Argento.

Interessante anche la loro partecipazione nello spettacolo teatrale di Pamela Villoresi e la composizione della colonna sonora del film ” Il Miracolo” di E. Winspeare.

Il lavoro proposto da Zoè è il risultato della lunga e profonda ricerca svolta sulla musica salentina. Musica popolare, dove influssi e contaminazioni emergono necessariamente, risultato di secoli di dominazioni le più diverse ma soprattutto di scambi con altri popoli del Mediterraneo.

Ed è proprio una mescolanza culturale di tale complessità e di natura squisitamente mediterranea a caratterizzare i canti e le Pizziche di Zoè, patrimonio del popolo salentino: un popolo di emigranti e tarantati, più volte anche oppresso e sfruttato, nondimeno capace di grande euforia, appassionata sensualità e infinita dolcezza.

Qualità che si ritrovano tutte in una musica densa e moderna nelle sue tensioni, e al contempo arcaica nella sua sobria malinconia. Una musica dove convivono Apollo e Dioniso, la Tramontana e lo Scirocco, la gelata e l’afa, il canto d’amore griko e la pizzica tarantata. Il repertorio di Zoè comprende canti di lavoro, canzoni d’amore in dialetto e in grecanico salentino, canti di protesta e specialmente pizziche: de core e tarantate.

FORMAZIONE

Cinzia MARZO Voce, Flauti , Tamburello – Donatello PISANELLO Organetti diatonici – Lamberto PROBO Tamburelli , Voce, Tamborre, Violino a sonagli – Antonio PALMA Chitarra classica , Voce – Danilo ANDRIOLI Tamburello , Cupa cupa – Dario MUCI Voce, Bouzouki , Armonica a bocca

DISCOGRAFIA:
SANGUE VIVO (COLONNA SONORA)
TERRA
IL MIRACOLO (COLONNA SONORA)
CRITA
LIVE IN JAPAN
MALEDETTI GUAI

RIFERIMENTI WEB: www.officinazoe.com – www.myspace.com/officinazoe

MANAGEMENT: Worldwide management/booking:

Sabino Martiradonna/Marsab Music Management

marsab@fastwebnet.it -http://www.marsab.com

Booking France/Belgium: Cristina Fina/La Strada – c.fina@free.fr

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.